La condizione per l'ottenimento dell'assegno di mantenimento è determinata dalla non addebitabilità al beneficiario della separazione. - Studio Legale Scialanca

Vai ai contenuti

Menu principale:

ATTIVITA' > DIRITTO CIVILE > FAMIGLIA
DIRITTO DI FAMIGLIA

L'assegno di mantenimento

Il provvedimento economico assunto dal giudice, o liberamente stabilito dalle parti in sede di regolamentazione della crisi famigliare è disciplinato nel nostro ordinamento dall'art. 156 c.c. in sede di separazione personale dei coniugi e dall'art. 5 L.898/70 in sede di divorzio. Va innanzi tutto esaminata la natura delle due previsioni.
L' art. 156 c.c. prevede che il Giudice pronunciata la separazione dei coniugi, stabilisce il diritto di ricevere dall'altro coniuge, quanto è necessario per il suo mantenimento, qualora egli non abbia adeguati redditi propri.
La condizione per l'ottenimento dell'assegno di mantenimento è determinata dalla non addebitabilità al beneficiario della separazione.
L'entità di tale somministrazione è determinata in relazione alle circostanze e ai redditi dell'obbligato.

Continua su:


 
   Importante da leggere per Lei:

  • Abbiamo risolto molti casi inerenti ai temi trattati in questa pagina e se lei è qui evidentemente ha un problema analogo;
  • Noi possiamo aiutarla ponendo al suo servizio la nostra professionalità e dedicandole un'ora del nostro tempo applicando una riduzione del 30% sulla tariffa oraria di €100,00









studioscialanca@libero.it
PEC: pina.scialanca@oav.legalmail.it    

P.IVA 03890701000

Privacy Policy

Corso Matteotti, 149 - Albano Laziale ( Rm)
Torna ai contenuti | Torna al menu